La legge dell’attrazione e il risveglio spirituale

Il raggiungimento dei nostri obiettivi ci renderà veramente felici?

Sei soddisfatto dalla tua vita? Ti alzi ogni mattina entusiasta e consapevole che sarà una giornata straordinaria all’insegna della felicità? Il tuo lavoro rappresenta la tua passione? Sei soddisfatto del tuo guadagno? Ti ritieni appagato dalla tua vita privata? Ma la domanda fondamentale è: sei consapevole che tutto ciò che fa parte del tuo quotidiano e della tua vita lo hai attirato tu?

La legge dell’attrazione rappresenta infatti uno strumento particolarmente potente al fine di attirare nella nostra vita tutto ciò che desideriamo. Energia e vibrazioni positive attraggono energia positiva, e lo stesso accade per l’energia negativa. Pensieri positivi, colmi di gioia e gratitudine attirano persone, esperienze e cose in sintonia. Risulta quindi essenziale non soffermarci su pensieri negativi, su quello che manca nella nostra vita in quanto attireremo negatività. È fondamentale renderci conto che siamo come dei magneti e del potere illimitato che questa legge ci permette di ottenere.

Ad ogni modo, vi sono numerose persone che sono a conoscenza di questa legge, che cercano di metterla in pratica senza però raggiungere gli obiettivi desiderati. Come mai? Innanzitutto, vi sono errori basilari che devono essere evitati come ad esempio le affermazioni che racchiudono parole come “non”, “nessun”, “niente”, ecc., in quanto non vengono ascoltate attirando quindi esattamente l’opposto di quello che desideriamo. Qui di seguito un esempio in merito: “non voglio essere malato”. Ripetere quest’affermazione non attirerà salute nella nostra vita, ma malattia.

Oltre a questi errori tipici, possono esserci delle contraddizioni tra ciò che vuole la mente conscia e ciò che crede sia giusto la mente inconscia. Solitamente quest’ultima ha il sopravvento e potrebbe quindi creare situazioni e circostanze che non desideriamo. Con lo scopo di evitare queste problematiche è fondamentale iniziare fin da subito un lavoro sul proprio inconscio con una tecnica adeguata, la quale non aggiunge unicamente informazioni all’inconscio, ma che sostituisce convinzioni, programmi ed emozioni negative. Ad esempio, numerose persone sono a conoscenza della possibilità di ripetere regolarmente affermazioni positive al fine di aggiungerle nella propria mente inconscia. Questa tecnica ha però dei limiti, in quanto aggiunge convinzioni positive senza eliminare emozioni ed informazioni negative già presenti e radicate nel nostro inconscio. In alternativa si può ricorrere ad una tecnica come il ThetaHealing® che permette di sciogliere le negatività dall’inconscio.

Inoltre, bisogna essere consapevoli che entro certi limiti possiamo utilizzare la legge d’attrazione a nostro favore. Nonostante ciò, è fondamentale sottolineare che ci sono anche delle esperienze di vita che non possiamo evitare. La legge d’attrazione sottostà quindi a quella del karma. Questo significa che le nostre azioni passate e presenti ci condizionano sia in positivo che in negativo indipendentemente dalla nostra volontà.
Se siamo consapevoli dei nostri errori, proviamo un sincero pentimento verso coloro che abbiamo fatto soffrire e chiediamo perdono al Divino vi è la possibilità di alleggerire il nostro karma. Se tutto ciò non dovesse essere sufficiente, è possibile che presto si presentino situazioni ed esperienze lungo il nostro percorso per metterci alla prova sul tema che dovevamo comprendere attraverso il karma. Chiedere lo scioglimento del nostro karma può quindi in un primo momento peggiorare la nostra vita, ma una volta compreso il messaggio può permetterci di attrarre ciò che desideravamo fin dal principio.
La legge del karma può sembrare vincolante, ma è utile al fine di posizionarci nella giusta direzione verso l’amore per il prossimo e il Divino. Di conseguenza il principio del karma non dev’essere percepito negativamente, ma come una grande benedizione.

In terzo luogo, il nostro livello di energia spirituale è fondamentale al fine di permettere che i nostri pensieri si possano concretizzare. Ciò significa che più alta sarà la nostra connessione con il Divino e con maggiore rapidità i nostri pensieri e le nostre ispirazioni prenderanno forma. Coloro che seguono un percorso spirituale e che raggiungono un livello di energia superiore alla media non sono così legati a desideri terreni, ma si affidano al Divino senza aspettative soddisfatti del loro percorso di vita. Non c’è un attaccamento a desideri poiché vi è la consapevolezza che ciò che bramiamo di ottenere non per forza rappresenta la chiave di svolta per il raggiungimento della felicità. Da qui si è sviluppata la teoria che solo chi è libero da desideri raggiunge serenità e pace.

Tenendo in considerazione tutto ciò, la soluzione è di porci inizialmente quale unico obiettivo l’ottenimento del risveglio spirituale. Quest’ultimo significa “risveglio dell’energia Divina onnipresente” e rappresenta una rinascita ed un’energia superiore di cui in precedenza eravamo inconsapevoli. Attraverso il risveglio spirituale bisogni, priorità, stile di vita e relazioni sono ridefiniti. La nostra esistenza passa a un livello superiore e una grande pace e serenità cullano la nostra anima. Questo raggiungimento permette di ottenere una serenità che prima non c’era, di lasciare andare situazioni e pensieri negativi. Una volta ottenuto questo importantissimo traguardo la nostra volontà e quella del Divino si allineano e sono maggiormente in simbiosi. A questo punto possiamo quindi utilizzare la legge d’attrazione ed i risultati saranno più visibili grazie all’energia vibrazionale elevata. Capiremo che i miracoli possono manifestarsi e che la nostra vita può diventare l’esperienza più straordinaria che ci sia.

Ad ogni modo è importante che non vi sia un attaccamento morboso al risultato.. cercare quindi di usare la legge dell’attrazione e non essere delusi se le nostre ispirazioni non si concretizzano immediatamente. Avere fede ed accettare che ciò che ci circonda è perfetto così. Se riusciamo ad utilizzare la legge d’attrazione a nostro favore è fondamentale dimostrare umiltà e gratitudine.

Riassumendo l’obiettivo primario è il raggiungimento del risveglio spirituale, il quale rappresenta già una svolta per la nostra esistenza. Dopodiché sarà più facile utilizzare il potere della nostra mente per procedere nella direzione che crediamo sia quella più giusta.

“La vita è il dono che Dio vi ha fatto.
 Il modo in cui la vivete è il dono che voi fate a Dio”

Natalie Schafflützel, terapista complementare specializzata nel ThetaHealing® e coaching al risveglio.

Il coaching al risveglio e il ThetaHealing® sono dei potenti strumenti che ci aiutano a raggiungere i nostri obiettivi di vita.

Il ThetaHealing®, grazie alle onde cerebrali theta, permette di sciogliere convinzioni e programmi negativi dall’inconscio sostituendoli con informazioni ed emozioni in armonia con i nostri obiettivi.

Il coaching al risveglio, quale secondo efficace strumento, aumenta la nostra energia spirituale e potenzia la possibilità di attirare un’esistenza più felice. In particolar modo il coaching al risveglio incrementa la pace interiore e l’amore per il Divino, il quale anima l’intero universo. Il risveglio rappresenta il primo grande traguardo lungo il percorso spirituale. Infatti, viene anche definito come prima grande illuminazione. Esso é abbastanza difficile da raggiungere se non con una guida che ha già avuto la fortuna di sperimentare questo importante salto di qualità durante la propria vita.

Passi di Luce – Istituto per la salute e la pace interiore
www.passidiluce.ch / info@passidiluce.ch
Tel: 078 849 88 26

la legge dell'attrazione